Calcolare la distanza reale

Calcolare la distanza reale

Quando si prepara un’escursione sulla cartina e misuriamo una distanza con lo scalimetro o con il curvimetro in realtà misuriamo la distanza proiettata sul piano orizzontale, definita distanza planimetrica. Tale distanza, però,  non tiene conto della differenza di quota tra i due punti, in altre parole non considera l’andamento effettivo del terreno. Se si volesse calcolare la distanza tra i due punti considerando la differenza di quota tra i due punti, ossia la distanza reale, allora bisognerebbe utilizzare il teorema di Pitagora. La distanza planimetrica e la distanza reale coincidono solo se tra i due punti il terreno è perfettamente orizzontale, in tutti gli altri casi maggiore sarà il dislivello maggiore sarà la differenza tra la distanza planimetrica e la distanza reale.

AB distanza cartografica e/o planimetrica
CB dislivello
AC distanza reale

Esempio

 

 

AB 1800 metri
CB 700 metri
AC distanza reale?

 

FORMULA:

La distanza reale della nostra salita è pari a circa 1931 metri. 

Esempio

Immagine 1 di 1

       

Top