Lago Casias

Lago Casias

Accesso stradale:

Da Torino prendere la SP1 che costeggia il Parco Regionale della Mandria, proseguire lungo la Val d’Ala verso Ceres e Ala di Stura, dopo pochi chilometri si arriva in frazione Mondrone dove si parcheggia.

Informazioni tecniche

Immagine 1 di 1

Descrizione:

Parcheggiata l’auto nella piazza centrale di Mondrone 1257 m., imbocchiamo la statale direzione Balme per una cinquantina di metri e troviamo dei cartelli che ci indicano il sentiero. Raggiungiamo una piccola area giochi e il “Ponte di Pianard” in legno che attraversa il torrente Stura. Guadato il torrente svoltiamo a sinistra, dopo pochi minuti effettuiamo una svolta a destra con cartello indicatore per risalire il Vallone del Casias, entriamo nel bosco sino ad arrivare alla cascata la Gorgia 1202 m. in circa 20 minuti. Appena il sentiero effettua una piccola discesa e non è più visibile la cascata il sentiero svolta decisamente a destra e diventa ripido con una certa costanza,  tramite vari tornanti si guadagna molto dislivello. Arriviamo all’Alpe Vallonetto 1711 m. e a circa una ventina di metri dall’Alpe il sentiero effettua nuovamente una svolta decisa a destra(nel senso di marcia), il tracciato da qui in avanti non è molto evidente dovuto allo scarso passaggio di escursionisti, ma grazie ai bolli bianco/rosso non ci sono problemi per il proseguimento. Anche questo tratto è molto ripido, arriviamo all’Alpe Casias a quota 2008 m. e, in breve raggiungiamo il Lago Casias posto a quota 2076 m. contornato dalle montagne. La discesa avviene lungo il percorso di salita.

Galleria fotografica:

NOTE LEGALI:                                                                                                                                                                                    L’Autore non si assume alcuna responsabilità di eventuali errori e/o omissioni del materiale pubblicato o divulgato, o a uno scorretto utilizzo del medesimo, che possa provocare  incidenti.  Causati da cattive interpretazioni o comportamenti imprudenti usando i contenuti di questo Sito. L’andare in montagna è legata alla propria valutazione, capacità e esperienza valutativa.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top